São Tomé & Princìpe

INFORMAZIONI UTILI


#Territorio

Si tratta di un arcipelago di circa 20 isole che si trova nell’oceano Atlantico al largo dell’Africa centro-occidentale, nel golfo di Guinea.
Le due isole maggiori sono São Tomé e Príncipe, distanti circa 140 km tra di esse, e situate rispettivamente a circa 250 e 225 km dalla costa nord-occidentale del Gabon.
Montuosa e di origine vulcanica, raggiunge la massima altezza nel Pico de Sào Tomé (2024 m). Il clima, di tipo equatoriale, consente lo sviluppo di foreste pluviali, in parte asportate per far posto alle piantagioni di cacao.

Tutte le isole fanno parte di una catena montuosa vulcanica nota come linea vulcanica del Camerun.
La Ilhéu das Rolas, la cui superficie è di circa 3 km² e sorge a soli 2 km a sud dell’isola di São Tomé, è il punto più meridionale dell’arcipelago e del Paese; si trova esattamente sulla linea dell’Equatore, tanto da ospitare una pietra miliare che marca il confine tra i due emisferi.

 

CITTà PRINCIPALI


 
São Tomé
0
Abitanti *

Santo Amaro
0
Abitanti *

Neves
0
Abitanti *

Santana
0
Abitanti *

 

* Stima popolazione dati ipotizzati al 2005.
POPOLAZIONE TOTALE: 165.397 abitanti (dati 2012)


#Economia

L’economia del paese è estremamente fragile, in quanto la base produttiva non è diversificata, perché storicamente basata esclusivamente sull’esportazione del cacao e sugli aiuti internazionali.
La struttura economica è prevalentemente caratterizzata dal settore dei servizi costituito principalmente dal settore pubblico e dal commercio, che rappresenta il 61 % del PIL. mentre l’agricoltura e l’industria contribuiscono rispettivamente per il 20% e il 19% alla formazione del PIL.
La produttività agricola è bassa ed il settore soffre di scarsa disponibilità di materie prime; infatti il paese non è dotato di risorse naturali.
Il settore manifatturiero rappresenta meno del 5 % del PIL.
L’unico settore in cui sono rilevanti gli investimenti stranieri è quello turistico.
L’isola di Sào Tomé é stata la più grande esportatrice di cacao fino al 1990, quando i prezzi del cacao sono scesi.

Grazie alla domanda mondiale di alimenti biologici, oggi l’isola è tornata ad essere
famosa per il cioccolato, considerato il migliore del mondo.

Attività economica pressoché esclusiva è l’agricoltura, incentrata soprattutto sulla coltivazione del
cacao, la cui produzione viene totalmente esportata; diffuse sono anche le colture di: caffè, olio di palma, palma da cocco e delle arachidi.
Tale tipo di economia è fortemente esposto ai rischi derivanti da fenomeni naturali (avversità atmosferiche) e da cause economiche (come le fluttuazioni dei prezzi dei prodotti d’esportazione sui mercati internazionali).

COLTIVAZIONI PRINCIPALI:


CACAO

Cacao

CACAO

Olio di cocco

CACAO

Olio di palma

CACAO

Caffè

 

EXPORT VERSO:*

Paesi Bassi
29.2%
Belgio
22.4%
Spagna
15.5%
Stati Uniti
6.6%

* Stima dati ipotizzati al 2005. Fonte: theodora.com

 
 

lntroiti importanti provengono dalla pesca, soprattutto dalla vendita di licenze, nelle proprie acque territoriali a flotte di paesi stranieri.
Il settore secondario è scarsamente articolato: le industrie presenti producono: sapone, bibite analcoliche, birra e manufatti.
Per favorire l’afflusso di capitale estero dal 2000 nell’area della Baia das Agulhas nell’isola di Principe è stata istituita una zona franca.
Gli aiuti economici internazionali sono resi indispensabili poichè dovendo importare molto dall’estero, il prezzo delle merci è in costante mutamento.
Il governo è impegnato nel difficile compito di tenere sotto controllo: l’inflazione, e la spesa pubblica e cercando di attirare investimenti dall’estero per rendere possibile lo sfruttamento delle risorse petrolifere.
Obiettivo è ridurre il ricorso al calmiere e ai sussidi, far fronte al debito estero, che nel 2011 è stato parzialmente cancellato per 200 milioni di dollari nell’ambito del programma Heavin Indebted Poor Country.

 
 
Esistono notevoli potenzialità per lo sviluppo del turismo: il governo ha adottato misure per espandere le strutture negli ultimi anni
 

Nel mese di febbraio 2004 il Parlamento ha approvato la legge finanziaria, con la quale si intendeva recuperare la competitività dell’economia nazionale correggendo gli squilibri del sistema economico del paese.
Il governo è impegnato nel rafforzamento del settore privato, attraverso la privatizzazione delle imprese pubbliche, la regolamentazione del sistema bancario e il miglioramento dei servizi e delle infrastrutture necessarie al potenziamento degli investimenti.
Negli ultimi anni sono state introdotte significative misure di liberalizzazione commerciale.
La struttura tariffaria delle importazioni è stata ridotta a sole tre categorie e i dazi sono stati significativamente abbassati: 5% sui beni primari, 20% sui beni di lusso e 10% su tutte le altre merci,
soprattutto macchinari e attrezzature.
Alcune importazioni sono soggette a sovrattasse: prodotti petroliferi, bevande alcoliche, sigarette e veicoli usati. Tutte le tasse sulle esportazioni sono state eliminate.

#Cultura & Società

Il Paese deve il nome a Tommaso apostolo (in portoghese São Tomé) per via del giorno in cui fu scoperta dai portoghesi (21 dicembre 1471), all'epoca data di commemorazione del santo.
Colonia del Portogallo, ottenne nel 1975 l’indipendenza e si diede l‘ordinamento giuridico di Repubblica semi-presidenziale.

 
 
La Repubblica Democratica di Sào Tomé e Principe è il più grande tra i microstati del mondo.

La colonizzazione di Sào Tomé da parte dei coloni portoghesi si accompagna nel corso del tempo, ad un mescolamento razziale e culturale, che va appunto a caratterizzare la società SàoTomense.
Dopo due o tre generazioni una parte del potere economico dell’arcipelago viene detenuto da una popolazione creola nata dall’incontro delle diverse culture africane e della cultura portoghese.
Lo schiavismo fu abolito nel 1875 ma rimpiazzato da un sistema di lavoro forzato nelle rocas. Sào Tomé ritroverà la sua prosperità, ma attraverso degli attriti sociali che sono alle origini delle tensioni che prefigurano la lotta per l’indipendenza.
L’accordo per l’indipendenza dell’arcipelago dal Portogallo, è ufficializzato il 12 luglio 1975; adottato un regime di fede
marxista, le rocas vengono nazionalizzate e raggruppate in 15 imprese di stato.

 
Image

Alle presidenziali tenutesi nel luglio 2016 si è affermato l’ex premier Evaristo Carvalho, che ha ottenuto il 49,8% dei consensi contro il 24,8% aggiudicatosi da Pinto da Costa. Il presidente Evaristo Carvalho è tuttora al governo del paese.
Oltre al portoghese -lingua ufficiale- è correntemente usato un idioma creolo-portoghese.
La religione dominante è quella cattolica.

 

RELIGIONI PRINCIPALI


 

Religione Cattolica *
71.9%
Altri cristiani *
10.2%
Atei *
17.9%

 

* Fonte: Wikipedia


#Turismo

A Sao Tomé si va per le spiagge: formate da tante piccole e piccolissime baie ognuna con i suoi splendidi colori... ma non c'è solo questo.
Sao Tomé è un'isola meravigliosa perchè offre davvero di tutto: la scalata sul Pico de Sao Tomé (2.024 metri sul livello del mare), cascate imponenti (come quella di Sao Nicolao), 200 km di costa con spiagge meravigliose ed incontaminate come Praia Jalè e Piscina, snorkling nelle azzurre acque di Lagoa Azul e spettacolari giochi d'acqua nella grotta di "Boca do inferno".
Potrete camminare sui sentieri della foresta primaria che qui miracolosamente ancora sopravvive: infatti in tutta l'isola la vegetazione è fittissima e tipica delle aree tropicali.

I Sao Toménsi sono molto gentili e la criminalità è pressoché inesistente.

 
 

COSE DA FARE E POSTI DA VISITARE:



Scalare il Pico
de São Tomé

VISITARE le CASCATE
di São Nicolau

Vedere la spiaggia
a Praia Jale

ascoltare il mare
a BOCA DO INFERNO


SCOPRIRE LA
FORESTA PRIMARIA

VISITARE le
numerose chiese

FARE SHOPPING AL
mercato coperto

Ammirare le vecchie
case coloniali
 

Notizie utili:

 
 
DOCUMENTI & VISTI

Per entrare a São Tomé e Principe è necessario avere il visto prima dell’arrivo.
Bisogna richiedere il visto all’Ambasciata e ha validità di 30 giorni.
Per ottenere il visto bisogna avere un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.
E’ possibile chiedere un prolungamento al Dipartimento Immigrazione nella città di São Tomé.

VACCINAZIONI

Per entrare nel paese è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla e contro la malaria; all’ingresso del paese verrà chiesto il libretto delle vaccinazioni.
Tra le vaccinazioni consigliate anche difterite e tetano, epatite virale A, epatite virate B e tito.

Image
 
 
COME ARRIVARE

Non ci sono molte compagnie che volano a São Tomé, una di queste è la TAP che vola da Lisbona in Portogallo.
In alternativa ci sono altre compagnie che volano da Parigi o l’AirAngola che per ora fa solo dei voli nazionali in Africa ma che presto potrà volare anche in Europa, probabilmente facendo scalo in Portogallo.
Si può raggiungere São Tomé anche via mare da Libreville, in Gabon.

I traghetti non sono molto regolari quindi è meglio informarsi direttamente al porto.
La Air São Tomé e Principe ha tre voli settimanali tra le isole.
Le strade, non sono tutte asfaltate e molte non permettono di raggiungere tutti i punti dell‘isola, pertanto molto del territorio è incontaminato e ci si deve muovere solo a piedi, armati di buona volontà, machete e guida.

 

LA CUCINA


La cucina tipica di São Tomé è ricca di pesce cucinato alla griglia, fritto o stufato.
Il mare è molto pescoso e ricco di varietà.
Le carni consumate maggiormente sono pollo e maiale, anche queste cucinate grigliate, fritte o stufate.
La portata principale viene servita accompagnata da riso, banane lesse o fritte o dal frutto del pane.
ll frutto del pane è tipico di quest’area geografica, una volta maturo viene colto dall’albero e viene cucinato nella brace. Ha la consistenza del pane, perfetto per essere inzuppato nei condimenti.
Ottima è anche la frutta che cresce spontanea nella foresta: cocco, banane, papaya, jackfruit e tutte le altre varietà delle zone tropicali.


Image
pesce fresco

Pesce fresco

STUFATO O ALLA GRIGLIA
pollo maiale

Pollo o Maiale

con riso & verdure
frutto pane

Frutto del pane

bollito, fritto o al forno
frutta tropicale

Frutta tropicale

FRESCA E VARIEGATA
 

NOTIZIE IN PILLOLE:


/ Patente di guida: internazionale

/ Corsia di guida: destra
Tensione elettrica (Volt): 220

/ Tensione elettrica (Volt): 220

/ Temperatura media annua (°C): 25

/ MONETA: dobra (1€ = 24487.00 Dobra circa)